Castello di Soliera

Il castello “Campori” è situato nel centro storico di Soliera e ne è il nucleo originale. A seguito degli eventi sismici del maggio 2012, l’edificio era inagibile; l'intervento di consolidamento e restauro, terminato nel 2017, ha permesso il completo riutilizzo del complesso e dei portici su Piazza Sassi.

Committente
Comune di Soliera (MO)
Arch. Michele Pieri
Data
2013-2018
Luogo
Soliera (MO)
Ruolo
Progettazione definitiva, esecutiva, architettonica e strutturale, Direzione Lavori, CSP e CSE

Prima del terremoto il castello ospitava al piano rialzato la biblioteca comunale e l’aula della Giunta comunale; al piano mezzano il Fondo Zucconi e al piano primo gli Uffici comunali di rappresentanza e di amministrazione, la segreteria e l’ufficio del sindaco

Si tratta di un corpo di fabbrica non unitario ma composto di più parti realizzate in fasi successive e rimaneggiate. Oggi il Castello si presenta con una planimetria pressoché a ferro di cavallo con un cortile interno delimitato su un lato da un edificio di epoca moderna edificato al posto delle antiche scuderie demolite nel dopoguerra, a ridosso delle ali del castello. Il corpo principale a pianta quadrata presenta 2 torri: a sud la torre dell’orologio e a sud-est la torre che si affaccia sul parco giochi, detta anche dell’acetaia.

L’intervento ha previsto, oltre a integrazioni murarie, scuci-cuci per riparare le lesioni e realizzazione di cordoli di piano in acciaio, l’eliminazione di vulnerabilità specifiche e tipiche dell’edificio, in particolare relative a volte, copertura e torri.

La copertura è stata completamente rifatta, riportando l’orditura nel verso non spingente. Sono state consolidate le torri, restaurati gli ambienti di rappresentanza e consolidate le colonne del portico su Piazza Sassi. Al temine del lavoro di consolidamento, è stato progettato e realizzato il sistema di illuminazione della torre principale di ingresso al centro storico, sia dall’esterno sia dall’interno.